Paragraph before the accordion

La visita Biomeccanica

È una procedura di valutazione della forma fisica e muscolare dell'atleta e di ottimizzazione della sua posizione in sella con l'ausilio di tecniche di analisi video, sensori di potenza e sensori di movimento inerziale. È effettuata da un tecnico in grado di comprendere gli effetti e le cause di ogni regolazione, da un fisioterapista o massaggiatore sportivo che valuta la condizione muscolare del ciclista. La visita biomeccanica è la comprensione dell'atleta, delle sue esigenze per ottenere un miglioramento della sua posizione in sella e quindi della pedalata, regolando 5 punti di contatto:

- i due piedi sui pedali;

- bacino sulla sella;

- le due mani sui manubri;

La prima fase è quella di rilevare le misure corporee. Questo è un passaggio fondamentale, tutti i valori di regolazione della bicicletta vengono calcolati con formule matematiche, dove le incognite sono sostituite dalle misure.

Un posizionamento dinamico è rivolto a qualsiasi categoria di ciclisti dal professionista all'amatore, traendo beneficio quando pedalano, migliorando sia il confort che conseguentemente la performance e l'endurance.

L'amatore è spesso oggetto di problemi posturali (mal di schiena) che derivano in primis dalla propria attività lavorativa e da squilibri protratti nel tempo. Quindi un buon assetto è indispensabile per un buon rendimento in sella.

Con la visita biomeccanica si ottengono le misure corrette del telaio, la regolarizzazione della sella e il suo arretramento, eventuali dislivelli sulla curva e distanza della curva. Pedalando sul cicloergometro si può testare le varie regolazioni dell'assetto vedendo la propria pedalata su uno schermo. L'ANALISI DELLA PEDALATA è uno dei migliori metodi per ottenere la migliore posizione aerodinamica e monitorare i progressi. Da inoltre la possibilità tramite visualizzazione grafica di vedere la forza della pedalata durante i 360° della rivoluzione. Inoltre, è possibile analizzare un qualsiasi punto della rivoluzione.

.

La visita di idoneità agonistica

La vista di idoneità agonistica ha lo scopo di rilasciare un certificato attestante l'idoneità della persona richiedente per poter svolgere un'attività sportiva a livello agonistico.

Per poter praticare ciclismo al livello agonistico è richiesta una visita medico sportiva di tipo B che comprende 

- Visita medico-clinica

- ECG da riposo

- ECG da sforzo

- Esame urine

- Esame Spirometrico

La visita viene richiesta dalla società sportiva di appartenenza cui l'atleta è tesserato oppure può essere richiesta da parte dell'interessato. Si può eseguire presso gli ambulatori pubblici di medicina dello sport del SSN o presso studi privati da un medico specialista in medicina dello sport.

Il medico rilascia un certificato sia per idoneità, sia per la non idoneità all'attività sportiva, può in ogni caso richiedere ulteriori esami per approfondimenti diagnostici.

La durata della visita è di 12 mesi anno solare.

La visita è gratuita per i minorenni e per i disabili se effettuata presso gli ambulatori pubblici

I certificati per attività sportiva non agonistica vengono rilasciati dai medici di medicina generale o dal pediatra. Il medico decide dopo l'anamnesi e la visita se necessario di ulteriori accertamenti come elettrocardiogramma

Allenamento alternativo invernale

Durante l'inverno riuscire ad allenarsi in bicicletta diventa abbastanza difficile, sia per il freddo sia per le condizioni climatiche avverse e per le poche ore di luce che abbiamo a disposizione. Esistono varie alternative per mantenere un buon livello di allenamento sia outdoor che indoor.

Il RUNNING

Il running è un ottimo allenamento per il sistema cardiovascolare, migliora i processi metabolici aerobici aumentando la resistenza agli sforzi per tempi medio lunghi. Ovviamente il running è controindicato per coloro che hanno subito traumi non ancora risolti sul sistema articolare (anca, ginocchia caviglie). È buona norma iniziare con sessioni da 30 min. alternando la corsa alla camminata sui terreni morbidi. Se avete un cardiofrequenzimetro usatelo mantenendo un battito cardiaco in zona aerobica (70-80% della FC max. calcolo 220- età). Scegliere un’ottima scarpa ben ammortizzata. Correre 2-3 volte alla settimana garantisce ottimi risultati sul piano della tonificazione muscolare e del dimagrimento

TRAIL RUNNING

Per chi ama sentieri e boschi il Trail Running è lo sport alternativo ideale. Visto il dislivello e il tipo di terreno che vengono percorsi si richiede una certa tecnica sia in salita ma soprattutto in discesa. Scegliere in primis percorsi semplice dove è possibile alternare la camminata rapida alla corsa. Controllare sempre dove mettere i piedi, abbiate cura delle caviglie e delle articolazioni in genere. Il trail running incide sul sistema cardiovascolare e ha 2 vantaggi

1) condiziona alla resistenza (molti dei muscoli utilizzati nella pedalata)

2) Sistema Propriocettivo (stimolazione neuromotoria agli stimoli che inducono stabilità). Acquistare un’ottima scarpe da Trail running e partire per un allenamento all’aria aperta.

INDOOR

Se vi piace allenarvi al ritmo di musica e con altre persone un’alternativa è iscriversi in palestra ai corsi di spinning.

Della durata di 50-60 min. è un ottimo allenamento cardiovascolare, con un alto dispendio calorico, migliorando la potenza e la respirazione. Importante la fase di idratazione durante l'attività e reidratazione dopo l'attività. Importante eseguire lo stretching pre e post attività.

RULLI

sono lo strumento di allenamento indoor, rulli da cavalletto dove viene montata la bici. Ad oggi in commercio esistono una varia gamma di rulli, dai semplici rulli, ai rulli collegati tramite wireless al computer oppure al tablet, al rullo pieghevole. I rulli hanno lo scopo di mantenere lo stato di forma dell’atleta. L'unico problema è trovare la voglia di chiudersi in casa e pedalare stando fermi sullo stesso posto, ovviamente l'allenamento su strada all’aria aperta è un’altra cosa. 50-60 min. di rulli 3 volte alla settimana sono un ottimo compromesso per mantenere una buona tonicità muscolare. Con i rulli è possibile svolgere dei lavori specifici ovviamente con i rulli collegati al computer che hanno la possibilità di avere dei programmi, è possibile fare sfide a distanza se in rete siete collegati con amici e altre persone.

.

 

Il Massaggio sportivo

Il massaggio sportivo è rivolto agli atleti o comunque agli sportivi che voglio defaticare i muscoili e aver una migliore performace atletica.

Il massagio sportivo è indicato per gli atleti che voglio avere un recupero più veloce dopo una prestazione sportiva o dopo un allenamento intervenendo sia sui muscoli che sui tendini..

Il massaggio sportivo trova indicazioni sia prima (n PRE GARA) come prepazione allo sforzo, oppure dop ( dopo gara) per contrastare la stanchezza fisica.

Prima del massaggio è sempre utile fare stretching per contrastare la produzione di acido lattico dovuto allo sforzo, per sciogliere i crampi muscolari e per risolvere i problemi muscolari.

Un massaggio pre gara della durata di 10/12 min può essere fatto con creme oppure olio per riscaldare i muscoli che vengono interessati dal gesto atletico. In questa fase l'atleta si trova in una condizione di particolare eccitabilità nervosa causata dalla tensione pre gara e dall' aumento della contrattilità muscolare causata dallo stato adrenalinico.

Mentre un massaggio post gara della durata di 45/60 min può essere fatto con olii ad azione defatigante e anche antiinfiammatoria Serve per ridurre il senso di stanchezza e di pesantezza fisica, di favorire il drenaggio del sangue venoso e delle tossine prodotte.

Il massaggio defaticante è indicato per accellerare i tempi di recupero e un buon ripristino delle funzioni muscolo scheletriche

I benefici di un massaggio sono legati al miglioramento della permormance atletica alla preparazione dei muscoli allo sforzo fisico, per ridurre le tensioni muscolari, prevenzioni degli infortuni. Un massaggio sportivo stimola il sistema nervoso parasimpatico e aumenta il flusso ematico..Tutto questo è legato all'età ealle patologie della persona che riceve il massaggio.

E' buona regola fare uno due massaggi alla settimana 

Paragraph after the accordion