“Tutto il Calcio”: tanti auguri, Luzzi

di Nando Aruffo

Il radiocronista cade e si frattura l’omero nella festa dei 60. E’ stato necessario l’intervento chirurgico ed è già stato dimesso.

ROMA – La gioia di essere invitato alla festa e la felicità di entrare sul palcoscenico della Sala B del palazzo Rai di via Asiago: tutto spazzato in un attimo. Le luci lo abbagliano ed Ezio Luzzi non vede il gradino, l’unico: il tonfo è inevitabile. Paolo Corsini e Riccardo Cucchi lo aiutano a rialzarsi e lui riesce a vincere il dolore reggendo la scena per tutte le due ore e mezza della diretta.

Ci incontriamo all’uscita, Ezio è in compagnia del figlio Paolo, la domanda è pertinente: come stai? Ti fa male la spalla?

La risposta è immediata: “Adesso che è finito tutto, mi fa un po’ male però in trasmissione non sentivo nulla”.

La tempra di chi ha girato il mondo in lungo e in largo al seguito dello sport è sempre forte: prima si porta a termine il servizio e poi si pensa a se stessi.

Il responso medico non consente dubbi: frattura dell’omero della spalla destra. La caduta risale a venerdì scorso, 10 gennaio; Ezio è stato operato il giorno dopo e non perso il buonumore: “Certo, non potevo andare via, la festa sarebbe finita subito”. E’ già tornato a casa e presto tornerà anche negli studi della su amata invenzione: Elleradio. Auguri di pronta guarigione, sempre giovane Ezio.

Ezio Luzzi. Fonte: Elleradio
“Tutto il Calcio”: tanti auguri, Luzzi

Lascia un commento